https://www.monceaufleurs.com

Adoro come espongono i fiori qui a Parigi...sembrano delle vere e proprie vetrine eleganti e raffinate ! Il fiore qui ha un ruolo importante ed è per questo che va presentato ed offerto allo stesso modo ! Monceau Fleurs sono ovunque a Parigi...

http://www.lebarahuitres.com/fr/

Si chiamano Bar à Huitres e sono per gli amanti del pesce, soprattutto i crostacei...qui potrete gustare ostriche, granchi e tanto altro. A Parigi ve ne sono tre e dal sito che vi ho fornito avrete gli indirizzi!!!

Lo sapevate che ci sono dei Bar Nascosti a Parigi?

Sono da sempre alla ricerca di posti carini e particolari dove andare a Parigi per gustare un ottimo drink e respirare la vera atmosfera parigina. Ma se poi questi posti sono un po' nascosti o caché come dicono qui e non proprio visibili a tutti ma bisogna cercarli come se fosse una caccia al tesoro, beh l'interesse a visitarli aumenta sempre di piu'.Ve ne segnalo alcuni.

Il Moonshiner "  si trova vicino a Bastille ed è collocato all’interno di un frigorifero, eh sì vi spiego come raggiungere questo luogo. Arrivate al numero 5 di rue Sedaine, dove c'è la pizzeria Da Vito. Dopo aver attraversato il locale, vi  troverete  davanti un frigorifero  che vi porterà come in una macchina del tempo nella Chicago degli anni ’30. Dietro il finto frigorifero si aprirà la porta del Moonshiner, un vero e proprio bar! Poi La Mezcaleria – Bar Clandestino , si accede da una piccola porta nascosta all’interno de La Candelaria al 52, rue Saintonge nel III arrondissement. Al numero 30 rue René Boulanger nel X arrondissement, c'è la Lavomatic, ossia la lavanderia a pagamento che ogni parigino utilizza, perchè qui a Parigi essendo gli appartamenti molto piccoli, non tutti hanno spazio per una lavatrice ed è meglio recarsi in questi posti dove si lava e si asciuga, bene proprio da questo luogo dove si va a fare il bucato  si nascondono le scale per accedere al  Lavomatic, appunto, il locale si chiama proprio come la lavanderia a gettoni, e una volta saliti al primo piano, un piccolo ma accogliente e suggestivo locale vi accoglierà....

Continuiamo a scoprire insieme i bar nascosti di Parigi...e segnalateli se ne venite a conoscenza...

 

 

Un giorno una persona chiamo' l'Hotel de Ville di Parigi per prenotare una stanza, ma non sapeva che Hotel de Ville vuole dire " Comune "...eccolo !
@foto filly di Somma

Le vostre scarpe

Il mio calzolaio qui a Parigi per rifare le suole delle scarpe prende la bellezza di €30... in Italia quasi quasi ti compri un paio di scarpe con questa cifra ma va bene si sa siamo a Parigi e tutto é più caro. E poi non a caso il calzolaio  si chiama "Prince Jorge"  cioè " Principe Jorge"  e ci credo con questi prezzi... Comunque è un ottimo calzolaio e Se state cercando anche voi una cordonnerie Come si dice qui ( cioè calzolaio) Ecco i suoi dettagli in foto ...si trova in zona Canal Saint Martin.

Le Conciergerie di Quartiere: Lulu dans ma Rue

Ve ne avevo già parlato diverso tempo fa...ma non fa male ricordarvelo...

Si chiama LULU DANS MA RUE...ed è una tipica conciergerie di quartiere, cioè così come in ogni palazzo..o quasi, c'è il portiere ( concierge in francese ) che assiste il condominio su ogni problema che ci dovesse essere nel palazzo, dall'idraulico, al pittore, alla informazione piu' bizzarra, anche i quartieri di Parigi si sono attrezzati per avere dei punti a cui fare riferimento...sono dei graziosissimi chioschi che si stanno sviluppando un po' orvunque a Parigi...delle vere e proprie " Portinerie di Quartiere ", andate a vederli, per curiosità se siete in vacanza a Parigi e per coloro che vi vivono magari potrete avere delle informazioni utili del vostro quartiere...chissà , se state cercando qualcosa nel vostro quartiere Lulu puo' aiutarvi 

Allez...!!!

per saperne di piu' ecco il link:

https://www.luludansmarue.org/kiosque.html

qui vi riassumo dove sono i chioschi:



 Kiosque Saint-Paul  
Face au 103, rue Saint-Antoine, 4ème
Ouvert du lundi au samedi de 11h30 à 19h30
​Le samedi de 12h à 19h

​Kiosque Villiers 
Au bout de la rue de Lévis, côté Villiers, 17ème
Ouvert du lundi au vendredi de 11h30 à 19h30
​Le samedi de 12h à 19h


​Kiosque Commerce 
En face du 80 rue du commerce, 15ème 
Ouvert du lundi au vendredi de 11h30 à 19h30
Le samedi de 12h à 19h


​Kiosque Gambetta
En face du 6 place Gambetta, 20ème 
Ouvert du lundi au vendredi de 11h30 à 19h30
Le samedi de 12h à 19h



​Kiosque de la Rue du Poteau
Place Charles Bernard, 18ème 
Ouvert du lundi au vendredi de 11h30 à 17h
Le samedi de 12h à 17h

Kiosque Auteuil 
Dans la galerie marchande du Carrefour d'Auteuil,  16ème
Ouvert du mardi au vendredi de 11h à 13h et de 14h à 18h
Le samedi de 11h à 18h


Kiosque Vaugirard
Carrefour Market Vaugirard
293, rue de Vaugirard, 15ème
Ouvert du mardi au vendredi de 12h à 14h et de 16h à 20h
Le samedi de 12H à 18h


Le corner du BHV 
Au rayon Bricolage du BHV Marais,  4ème 
Du lundi au vendredi de 11h30 à  19h30 
Et le samedi de 12h à 19h

 

Un angolo letterario Inglese nel cuore di Parigi

Se amate i Libri ed il The, allora siete arrivati nel posto giusto, si chiama WHSMITHS ed è una delle librerie piu’ antiche di Parigi, risale al 1903 e qui ci sono tutti libri in lingua inglese. Questa incredibile Libreria e Sala da the nello stesso tempo è collocata proprio di fronte al Louvre e ai Giardini Les Tuileries ed è diventata oramai una tappa fissa per gli amanti della narrativa inglese e per gli amanti del The. Qui non solo ci si perde nelle migliaia di libri da acquistare ma si puo’ anche approfittare, di una ottima colazione inglese e sorseggiare i buonissimi tea made in England in partnership con TWININGS, con ottimi dolci a seguito, semplicemente salendo al primo piano della libreria, qui ammirerete la bellissima vista dei Giardini, Il Louvre e l'animata Rue de Rivoli, il tutto  sorseggiando il vostro the, leggendo il vostro libro.Un posto davevro delizioso dove vi consiglio assolutamente di andare.

In un unico spazio potrete trovare: Piu’ di 70.000 libri, Giornali e Riviste Internazionali, Un angolo dedicato ai bambini con libri, giocattoli e DVD, Idee Regalo Made in England, DVD e giochi in Inglese, Cartoline di auguri inglesi, Un angolo di confezioni di cibo Inglesi ed Americani, Insomma qui , alla WHSMITH troverete un vero e proprio angolo inglese a Parigi e vi sentirete un po' British per qualche ora. Con il mio gruppo di scrittura qui a Parigi, tramite il quale scopriamo le piu' belle librerie della città, organizzo spesso degli incontri in questa libreria, proprio al primo piano, nella sala da the,  di questa libreria, una occasione per sorseggiare il nostro tea, gustare degli ottimi dolci e parlare di Libri, quale luogo migliore ?...

Siete curiosi? 

ecco dove 

WHSMITH 

Indirizzo248 Rue de Rivoli, 75001 Paris

 · 09:30–19:30

https://whsmith.fr/

La bûche de Noël

La Bûche de Noël è il tradizionale dolce natalizio qui in Francia e in special modo a Parigi , dove le tante pasticcerie si divertono a prepararle di buonissime , si tratta di un dolce a forma di tronco di legno dai 1000 sapori e colori e lo potete trovare al cioccolato , alla crema ,ai frutti di bosco...e tanto altro! Insomma per tutti i gusti e tutti i palati , un bellissimo articolo pubblicato dalla rivista @Where Paris descrive dove trovare le più buone Bûches de Noël qui a Parigi .... Where Paris:
Toute l'information touristique parisienne


https://lnkd.in/e2wAhEK

 

1. Giu, 2017

una nuova apertura a Parigi....oggi!!!

Balagan, in yiddish vuol dire "caos "e "bordello" e oggi si apre a Parigi questo luogo. Al comando ci saranno due cuochi : Assaf Granit e Uri Navon. Dopo aver aperto 5 ristoranti a Gerusalemme e 2 a Londra , adesso cominciano la loro avventura a Parigi.
Ci si installa, e ci si ritrova contornati da delle pentole colorate, che si trovano sulla tavola e che servono per essere condivise...per il momento vi dico questo per il resto provare per credere.

Dove ?

Balagan, 9 rue d'Alger 75001, Paris
Solo per la cena e a partire dal 15 giugno per il pranzo.
Per prenotare : 01 40 20 72 14 - reservation@balagan-paris.com
Prezzi da 12 € a 26 € il piatto

Quante belle terrazze a Parigi...

Leggo molto spesso questo sito che è davvero molto molto bello...e soprattutto ha dei disegni veramente carini per rappresentare Parigi....si chiama My Little Paris...la Mia Piccola Parigi

Pare che in questi giorni le temperature siano davvero alte nella bella Parigi...e allora ecco a voi le " 27 terrazze....per i 27 gradi di Parigi"...dove godersi le calde temperature e sorseggiare il vostro drink...

La fonte di questa mappa così carina è ben fatta  è My Little Paris..un sito , che vi consiglio vivamente di consultare per avere sempre degli indirizzi carini e aggiornati

Evviva l'estate a Parigi...

http://www.mylittleparis.com/carte/meilleures-terrasses-paris

 

 

Un castello Fiabesco alle porte di Parigi

http://www.chateauvilliers.com/fr_content/presentation-accueil.php

Se volete fare una gita fuori porta e godervi i dintorni di Parigi in tutta tranquillità, ecco un posto meraviglioso che vi segnalo, un Castello dove potrete sia alloggiare e quindi trascorrere un bel week end romantico, nelle bellissime e accoglienti camere, oppure godere di un ottimo brunch, oppure rilassarsi nella sua meravigliosa Spa...oppure praricare del golf!!! Insomma per tutti i gusti e le necessità di relax, svago...questo è il posto giusto! Perchè non sceglierlo anche come location dei vostri eventi? di lavoro oppure personali...?

Ecco dove: 

CHATEAU VILLIERS LE MAHIEU

Rue du centre - 78770 VILLIERS-LE-MAHIEU

Volete Visitare Parigi in 2 CV con una auto oramai d'epoca ? la Citroen 2 CV ? Si può con il programma "4 RUOTE SOTTO 1 ombrello"(4 ROUES SOUS 1 Parapluie) che propone un'idea originale e innovativa: far (ri) scoprire ai propri passeggeri gli inesauribili tesori di Parigi...stando comodamente seduti sul sedile posteriore di una mitica Citroen 2 CV.
Sarete calorosamente accolti da un autista colto, cordiale ed elegante, che con un cappellino e la sua maglietta alla marinara vi guiderà a scoprire Parigi....
come prenotare ?
ecco il sito con tutte le informazioni:
http://2cvparistour.com

Le Village Royal a due passi dalla Madelaine

Quello che amo a Parigi sono i luoghi nascosti e segreti dove perdersi e scoprire un mondo, a tal proposito ho  scoperto che esiste un altro villaggio a Parigi, si chiama Village Royal... ed è una piccola ma graziosa stradina pedonale, dove non passano auto ne' velo, ossia biciclette, e si trova a pochi passi dalla chiesa della Madeleine.Gli orari per accedere sono dalle 8 alle 20.30, quindi non sempre aperta, ma qui vi perderete tra un delizioso cafe dove comodamente sedervi e " grignottare" qualcosa, oppure tra i bellissimi negozi,pochi ma molto chic e particolari , non dimentichiamo che siamo nel cuore dell'Ottavo Arrondissement, uno dei quartieri più eleganti di Parigi.Qui avrete la sensazione di essere in un'oasi elegante e pedonale dove potrete ammirare anche un piccolo giardino, ben curato e con delle piante davvero meravigliose.Questo villaggio e' un luogo di incontro anche per gli eventi che si organizzano in ogni momento dell'anno, dai pubblici ai privati,  come ad esempio il festeggiare l'anno Cinese,che qui a Parigi è molto considerato essendoci una vasta comunità cinese,  o il Villaggio di Natale..e altre serate private che si possono organizzare in questa piccola strada.Qui vi rifarete gli occhi perchè ci sono negozi di fama mondiale come la boutique Dior e Chanel....

Questo villaggio fu creato alla fine del 1700 e poi rinnovato e riadattato nel 1992, grazie all'architetto Jean Jacques Ory che sviluppo' su 8000 metri quadrati un cantiere che durerà 18 mesi e che avrà come obiettivo il far rinascere una piccola " Rue de Village ", ossia via di un villaggio, sempre rispettando lo stile antico di questa strada, con le sue piccole finestre e le sue graziose e delicate forme.Nel 1994 il luogo si chiamerà ufficialmente Village Royal, proprio perché si trova sulla Rue Royal che accompagna il parigino verso la chiesa della Madeleine.Uno spazio tipicamente parigino...in tutto e per tutto, detto anche Cite' Berryer.

Allora vi ho convinto? siete curiosi di vistarlo ?

Ecco l'indirizzo 

VILLAGE ROYAL

25 Rue Royale,75008 Paris

www.villageroyal.com

 

27. Nov, 2016

alla Fiamma del Caminetto...dove?

#lefinestrediparigi
#allafiammadelcaminetto

Le temperature a Parigi in questi giorni ( come ogni tardo autunno e inizio inverno) sono davvero rigide...io amo molto il freddo..e quindi cosa c’è di più bello di trovare un po’di calduccio davanti ad un bel caminetto?Io adoro la fiamma del camino ed ecco degli indirizzi utili dove rigufiarsi..magari sorseggiando una buona cioccolata calda.
.......per una pausa alla " fiamma del caminetto"
Hôtel Jules et Jim
Nel cuore del Marais, Al n° 11 rue des Gravilliers, metro linea 3-11 fermata Arts et Métiers
Atelier Maître-Albert
Al n° 1 rue Maître-Albert, metro linea 10 fermata Maubert – Mutualité.
Le Flamboire
E’l’unico ristorante parigino dove mangiare sia pesce che carne au feu de bois. Nel quartiere di Pigalle, Al 54 rue Blanche, metro linea 2 fermata Blanche.
Le Coupe-Chou
Al N° 9711 rue de Lanneau, metro linea 4 fermata Saint Michel.
Robert et Louise
La carne, la loro specialità , cotta alla fiamma del caminetto. Al n°64 rue Vieille du Temple, metro linea 2 fermata Hôtel de Ville.
Blind Bar
Al n° 8 Rue Jean Goujon, metro linea 1 fermata Champs-Élysées – Clemenceau.
La Cave de l’Insolite
Perfetto binomio vino e camino, Al n°30 rue de la Folie Méricourt, metro linea 3 fermata Parmentier.
aggiungo ancora la fiamma del caminetto di un hotel delizioso a Saint Germain des Près che si chiama VILLA MADAME dove ? 44 Rue Madame, 75006 Paris e poi il camino dell'HOTEL SCRIBE al numero 1 di Rue de Scribe 75001 Paris ( zona Opèra )...
Se ne avete altri da segnalarmi aggiungeteli nei commenti....

il Grande Albero di Parigi...Dove?

#lefinestrediparigi
#Nataleaparigi

Questo è il periodo in cui Parigi comincia a " vestirsi" di Natale...e quindi mille luci e mille colori cominciano ad affiorare...seppur timidamente fino ad esplodere in uno spettacolo meraviglioso...Soprattutto il famoso Sapin de Noël ( cioè albero di Natale ) delle Gallerie LaFayette resta da sempre la curiosità di ogni Natale, perché ogni anno l'albero è diverso...e quindi incuriosisce parigini e viaggiatori a recarsi per ammirarlo e fotografarlo...

Per la prima volta, le Galeries Lafayette mostrano un albero di Natale interamente di carta, una creazione unica dell’artista Lorenzo Papace.
Per la creazione di un abete di carta minuziosamente rifinito, è servito un lavoro di incredibile finezza da parte di Lorenzo Papace, direttore artistico, regista e compositore francese nato a Lione nel 1986, diplomato in design degli spazi, appassionato di viaggi e scienza. Nel corso degli anni, si è specializzato nella sensibile lavorazione della carta con la tecnica del papercraft per creare opere uniche e poetiche: scenografia, stop-motion e fotografia.
Questo abete gigantesco, animato da una grande ruota e da teleferiche, si erge al centro della cupola e accoglie gli orsi polari, giunti per vivere un’esperienza incantata in un mondo immacolato.

Insomma un "UN ABETE DI CARTA PER UN NATALE STRA-POLARE"

24. Ott, 2016

Una interessante mostra italiana a Parigi

È stata inaugurata, il 21 settembre, presso l'Ambasciata d'Italia a Parigi, alla presenza del Ministro italiano per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo, Dario Franceschini, e della Ministra francese della Cultura e della Comunicazione, Audrey Azoulay, la Mostra « Leonardo in Francia. Il maestro e gli allievi 500 anni dopo la traversata delle Alpi. 1516 – 2016 », aperta gratuitamente al pubblico fino al 20 novembre 2016, dalle ore 11 alle ore 17, sotto l’Alto Patronato dei Presidenti della Repubblica Italiana e francese.

Questa iniziativa, in collaborazione con il Louvre e con primari Musei italiani, si colloca nel quadro delle azioni di diplomazia culturale italiana per la promozione del patrimonio artistico ed esprime l’impegno a valorizzare la cultura comune dell’Italia e della Francia in una dimensione europea.

La mostra celebra l’anniversario dell’arrivo del grande Maestro proponendo al pubblico francese e internazionale opere emblematiche el Maestro e dei suoi allievi.

È esposta una visione comparata delle opere di Leonardo da Vinci e dei suoi più stretti allievi (Francesco Melzi, che lo seguì in Francia, e Gian Giacomo Caprotti detto Salai, che si recò ad Amboise durante il soggiorno francese di Leonardo), presentando il capolavoro di Leonardo “Volto di donna”, detta “La Scapiliata”, proveniente dalla Galleria di Parma (complesso della Pilotta), lungo un percorso con riferimenti ai tre dipinti portati in Francia da Leonardo (La Gioconda, San Giovanni Battista, Sant’Anna).

Inoltre, la Mostra illustra – sulla base di studi inediti del Louvre e di documenti originali – la ricostruzione dell’itinerario da Roma a Amboise, attraversando le Alpi al Moncenisio.

Fonte testo sito Ambasciata di Italia a Parigi
Contatti
Indirizzo: 51, Rue de Varenne - 75007 Paris
Tel: 0033149540300
Fax: 0033149540410

Inizia oggi Paris Plage, ossia si inaugura la spiaggia di Parigi, le rive della Senna si trasformano in spiagge. ☀👙🌴...dove i parigini e non solo si riversano per godersi il sole...durante il giorno
avete tempo fino al 21 agosto....non mancate l'appuntamento...
Inoltre la sera potete godervi i vari localini e le buvette per un ristoro...
Buona estate ...con Paris Plage!!!

Fino a domani , 7 luglio, potrete ammirare una installazione particolare dell'artista Gad Weil a Place Vendome...che è stata temporaneamente trasformata in un campo di grano...il tutto finanziato dalla casa di moda Chanel. Uno spazio di 2800 mq e 120 metri cubi di sabbia, il tutto realizzato dal lavoro di 600 persone.
Se passate a Place Vendome non perdetela...

L'artiste plasticien Gad Weil plante son blé place Vendôme à Paris

La campagne à Paris. L'artiste Gad Weil vient d'installer place Vendôme un million d'épis de blés. Avec ce champ, qui restera en place jusqu'au 7 juillet, il entend susciter une "interrogation collective sur le rapport de l'homme à la nature".
Baptisée "Blés Vendôme" et financée par la maison Chanel, cette installation de 2.800 m2 a nécessité 120 m3 de sable et mobilisé 600 personnes pour sa mise en place.

#Visitelibre #Paris #GadWeil #tourisme #écologie #insolite

Si chiama " Dîner en blanc" ed è una usanza annuale qui a Parigi, quest'anno l'8 giugno circa 7000 persone si sono riunìte a Place Vendome interamente vestite di bianco per consumare un picnic serale con piatti bianchi e tovaglie bianche, insomma il bianco fa da protagonista.Durante la serata vi è un profondo rispetto del luogo dove si svolge il picnic serale, a mezzanotte vanno via e il Iuogo viene lasciato intatto e pulito come se nulla fosse stato, straordinario!
Il concetto della cena in bianco è stato inventato nel 1988 da uno chef di nome François Pasquier, che scelse il colore bianco per l'evento proprio per distinguere i commensali dai passanti, visto che si è sempre tenuto all'aria aperta o nei parchi o nelle piazze.Oramai il dîner en blanc sta diventando internazionale e più di 800 città sono canditate....
Potete organizzare anche voi una " cena in bianco" magari con i vostri vicini? Pourquoi pas ;-)

@foto di lexpress.fr

La domenica in tarda mattinata mi concedo sempre una passeggiata " sportiva " per godermi il Canal St Martin, in tutta la sua tranquillità, di solito durante la settimana è più movimentato, oggi era particolarmente calmo e soprattutto vi era la "Vide Greniers des voisins ( la svuota cantine dei vicini) un'usanza molto comune qui a Parigi che viene organizzata da ogni quartiere e che consiste nello " svuotare le cantine da tutto ciò che non serve più " e siccome i parigini non buttano mai via niente allora si ingegnano e organizzano dei banchi nel loro quartiere esponendo la loro merce in vendita...
Se siete nella zona del Canal St Martin fate una sosta, ci sono le indicazioni per raggiungere la Vide Greniers ed è aperta fino alle 19...
Bon dimanche à tous !!!!

3. Giu, 2016

Avviso

���� Avviso di riprese televisive per gli amanti del Giappone a Parigi ����
Faccio una premessa:
( kawaii , significa " carino " o " infantile " , è il termine usato per il fenomeno dell'ossessione giapponese per i simpatici personaggi, giocattoli, alimenti , giochi, articoli per la casa e moda . Questa attrazione per kawaii è cresciuta ad un ritmo esponenziale nel corso degli ultimi tre decenni ed è diventato parte integrante della società giapponese e anche qui a Parigi sta spopolando tanto)
Detto ciò :
Sabato 4 giugno una troupe cinematografica per uno spettacolo giapponese sarà presente a " Princesse Crepe " indirizzo è 3, Rue des Ecouffes ( Marais ) alle 16h00.✨�������� la troupe vorrà incontrare persone interessate , in particolare, alla cultura Kawaii , e possono ( se vi fa piacere ) filmarvi o intervistarvi!

Vi aspettiamo e se volete partecipare, siate puntuali, alle 19 Princesse Crepe chiude !

���� Avis de tournage ����

Samedi 4 juin : une équipe de tournage pour une émission japonaise sera présente à 16h00.✨��������

Ils souhaitent rencontrer des personnes intéressées notamment la culture Kawaii, et pourront (si vous le souhaitez) vous filmer et/ou vous interviewer !

N'hésitez pas à venir ! ����✨✨

Quando a Parigi piove...non tantissimo...ma poche gocce...quelle fastidiose..ho trovato la soluzione che si acquista in molti negozietti qui Parigi..come POP MARKET al numero 50 di Rue Bichat 75010 Paris www.popmarket.fr ecco il foulard in plastica " per proteggere la chioma ...#pioggiapariginanontitemo

Siete alla ricerca di un caffé svedese nella meravigliosa città di Parigi? se vi trovate nel Marais eccolo all'interno dell'Istituto Svedese..un luogo tranquillo dove fare una pausa gourmande davvero " nordica"...Café Suédois Indirizzo: 11 Rue Payenne, 75003 PARIS Aperto tutti i giorni dalle 12 alle 18 ( tranne il lunedi). Perchè a Parigi non ci facciamo mancare proprio nulla! http://www.si.se/…/…/Institut-suedois-a-Paris/Cafe-suedois2/

I parigini, i nostri difficili e " adorabili " cugini transalpini..

Vivere a Parigi per noi italiani significa anche e soprattutto doversi adattare al carattere dei parigini che per noi italiani è' sempre più difficile da capire e da accettare, perché ? Vi elenco qualche caratteristica dei parigini, giusto per farvi un'idea, me che i nostri cugini non si offendano però...così tanto " pour parler"

Fortemente nazionalisti, difendono la loro cultura con le loro unghie e il loro denti, questo li porta a non eccellere in simpatia, perché spesso appaiono antipatici, scostanti, snob e si sentono superiori a tutti.La Francia per loro è la migliore nazione al mondo.

Incredibilmente pessimisti: si lamentano spesso,anzi sempre, sono stressati di tutti e tutto, anche del tempo che per il 90 per cento dei casi è sempre grigio e piovoso, quindi perché lamentarsi ?

Non sono il massimo della pulizia, lo dicono in molti, non amano lavarsi troppo, basta pensare che qui a Parigi è' difficile trovare un bidet.Basti anche pensare che mangiano alimenti un po' particolari come: lumache, rane e dei formaggi che a volte hanno un odore nauseabondo.

Poi come ciliegina sulla torta, programmano tutto troppo in anticipo, a volte in modo esagerato, sono troppo rigidi, poco flessibili ai cambiamenti di programma, basti pensare che per fissare un caffè con un'amica a me capita che bisogna organizzarsi ad inizio mese per vedersi poi a fine mese, Oddio che stress ! Che ansia...! Un po' di elasticità dai !

Di questo ed altro ancora ho condiviso con una nuova amica che ho qui a Parigi, sarda, si chiama Rosella, medico sanitario, adottata dalla città di Parigi tanti anni fa, ha lasciato la sua amata Cagliari e si è sposata con un francese, di Bordeaux...non un parigino, ma pur sempre francese ;-) ed è mamma di una bimba di 10 anni.Abbiamo riso tanto di aneddoti divertenti legati proprio ai parigini..che comunque adoriamo eh !!! non vi stiamo criticando..e poi non tutti sono così...

" Gli italiani ? Sono dei francesi di buon umore" lo diceva Jean Cocteau, secondo me è verissimo !!!

Comunque Vive La France...sempre ! E invito sempre più italiani a venire a Parigi, così li "spettiamo" un po' questi cugini!

Una bella serata internazionale, con persone provenienti da tutto il mondo, nella meravigliosa cornice del Westin Paris Vendôme , a due passi da una delle piazze più belle di Parigi, Place Vendôme, considerata un po' il salotto della città. Ci siamo ritrovati con il gruppo internazionale di Networking professionale, per cercare di trovare delle sinergie tra di noi e le nostre professioni , scambiarci idee, nuovi progetti, e nello stesso tempo ritrovarci. Se siete nei pressi di Place Vendôme concedetevi una pausa nel delizioso bar dell' Westin Paris Vendôme , che si chiama" Les Tuileries " proprio come i meravigliosi giardini adiacenti, il bar si trova al numero 3 di Rue de Castiglione.Aperto tutti i giorni dalle 10 alle 00.30 per una pausa cinque stelle!

Alors, vous avez l'eau à la bouche? Significa avete l'aquolina in bocca? Se siete amanti del gelato a stecco Magnum, come me, allora sappiate che dal 15 aprile all'11 settembre 2016, si aprirà un punto vendita delizioso, solo per pochi mesi, come spesso accade qui a Parigi, dove le cose più belle e gustose spesso sono effimere, durano poco , per questo bisogna approfittarne.
Dove ?


Boutique éphémère Magnum Paris : 3 rue des Rosiers - 75004 Paris
dalle 12h-21h, Giovedì,venerdì e sabato fino alle 23 , chiuso il lunedì

Sbrigatevi !!! Io vado....;-)


Scopri di più su http://www.sortiraparis.com/hotel-restaurant/bar-cafes/articles/51249-magnum-ouvre-son-cafe-ephemere-a-paris#YVyS4GxVWM8tVYvQ.99

11. Apr, 2016

I turisti giapponesi a Parigi affetti da una sindrome

Avete mai sentito parlare della sindrome di Parigi ? ( francese: Syndrome de Paris, giapponese: Pari shōkōgun, パリ症候群) ebbene esiste ed è una patologia psicosomatica che affligge in modo particolare i turisti giapponesi in visita a Parigi, i quali sperimentano un disagio derivante dalla differenza fra la visione idealizzata della capitale francese che avevano maturato in patria e l'effettiva visione di cui prendono atto durante il soggiorno nella città.Della serie, pensavo fosse....ma....

Si sa Parigi è' la città più visitata al mondo, milioni di turisti visitano Parigi in ogni momento dell'anno e sembra che dai 20.000 ai 25.000 siano giapponesi, di questi qualcuno soffre della Sindrome di Parigi.

La suscettibilità dei turisti nipponici alla sindrome è probabilmente dovuta all'immagine che Parigi ha in Giappone, dove si nutrono delle aspettative esageratamente alte sulla capitale francese. I soggetti che soffrono della sindrome, prevalentemente viaggiatori molto interessati all'aspetto artistico del loro itinerario e già familiari a questi disturbi, soffrono di diversi sintomi, fra cui un profondo senso di delusione, allucinazioni, deliri di persecuzione, derealizzazione, depersonalizzazione, ansia e in taluni casi anche manifestazioni psicosomatiche fra cui stordimento, tachicardia e sudorazione eccessiva; in tal senso, la sindrome di Parigi presenta una sintomatologia simile ad altre patologie.Addirittura l'ambasciata giapponese a Parigi ha istituito una linea telefonica, operativa 24 ore su 24, per fornire sostegno psicologico a tutti i turisti giapponesi che vivono questo disagio, sembra una esagerazione ma non è così, pura verità.

Vediamo nel dettaglio quali sono le barriere che creano ai giapponesi una tale sindrome nel momento in cui visitano Parigi:

La barriera linguistica

Pochi turisti giapponesi parlano francese e viceversa; le differenze fra queste due lingue pongono gravi ostacoli alla comunicazione, aumentando così la confusione del soggetto.

Le differenze culturali

Oltre alle differenze linguistiche, ancora più significative risultano essere quelle culturali: i francesi, infatti, godono di un temperamento più informale, in netta contrapposizione con la rigida cultura giapponese; questa discrepanza contribuisce alla manifestazione della sindrome.

Idealizzazione di Parigi

La sindrome è dovuta anche al divario osservato fra la visione idealizzata nutrita in patria della capitale francese e l'effettiva realtà di Parigi.

Sfinimento

La fatica che comporta l'organizzazione di un viaggio intercontinentale, che spesso non è di piacere ma di affari, unita alle conseguenze del jet lag aumenta la destabilizzazione psicologica del viaggiatore giapponese.

Contraddizioni

La capitale francese viene spesso dipinta come una terra idilliaca, patria della bellezza e dell'amore. La realtà, tuttavia, è spesso un'altra: infatti Parigi è anche una metropoli costosa, pericolosa, rumorosa e con banlieue spesso degradate.Come tutte le grandi città hai i suoi aspetti positivi e quelli negativi.

A tutti questi aspetti aggiungo anche che i giapponesi non amano prendere il metro a Parigi, perché contratiamente al Giappone dove esiste un rispetto e gentilezza anche quando si prendono i mezzi pubblici, se invece prendono il metro a Parigi devono scontrarsi con la fretta dei parigini che spingono senza nemmeno chiedere scusa, questo destabilizza molto i giapponesi gentili e rispettosi.Per finire , l'igiene, si sa il Giappone e i Giapponesi sono molto puliti e attenti alla pulizia, ma quando vengono a Parigi spesso si scontrano una scarsa igiene dei parigini....
Riusciranno mai ì nostri amici giapponesi a non ammalarsi più della Sindrome di Parigi? Beh bisogna aiutarli.

4. Apr, 2016

La Canopée :Il nuovo Polo culturale des Halles apre il 5 aprile 2016.

Ci siano, l'apertura della tanto nominata Canopée è arrivata!. Il progetto consiste in un grande edificio dalle forme ricurve d’ispirazione vegetale che ha sostituito i padiglioni e ha creato un elemento di continuità tra il sotto (il forum) e il sopra (la strada). La Canopée, rifugio urbano di colore verde, evoca la cima degli alberi e la parte superiore di una foresta tropicale. Sotto un’immensa foglia traslucida, l’edificio ospiterà due corpi di fabbrica laterali e un patio centrale, gettanti entrambi sul ventre del forum. Le due strutture accoglieranno un conservatorio, una biblioteca, un centro hip-hop e numerosi negozi. Il giardino delle Halles sarà anch’esso rinnovato e ospiterà due grandi aree gioco per i bambini.Con piu' di 6000 metri quadri,ma vediamo come:
La parte Sud , lato Rue Berger, accoglie il conservatorio municipale del centro di Parigi.Con piu' di 2600 metri quadri, dispone di 31 sale e puo' accogliere circa 2000 studenti.Il lato Nord, Rue Rambuteau, ha una mediateca di 1200 metri quadri , un centro culturale interamente dedicato all'Hip Hop ( 1400 metri quadri). Al piano superiore , La Maison des Pratiques Artistiques Amateurs (MPAA) con 1400 metri quadri ha sale dedicate al teatro, la musica e la danza.
Non vi resta che recarvi a les Halles e ammirare questa novità a Parigi

http://www.paris.fr/actualites/le-futur-pole-culturel-de-la-canopee-des-halles-ouvrira-en-avril-3355

Forum des Halles
Indirizzo: 101 Rue Berger, 75001 Paris, Francia

25. Mar, 2016

Natale tutto l'anno

Stavo camminando in questa piccola strada nel quartiere di Odeon e ho notato questo negozio gremito di decorazioni di Natale, per un attimo mi sono trovata in piena primavera, catapultata a Natale, ma come è possibile ? Sto sognando? No..qui a Parigi esiste questo negozio dove il Natale dura tutto l'anno , nel vero senso della parola, quindi troverete sempre una miriade di decorazioni di Natale, magari per quelli che il giorno di ferragosto non sanno cosa fare e vogliono già preparare il loro albero.Davvero incedibile.Se siete curiosi e interessati a sapere dove si trova ecco i dettagli :
CHRISTMAS A' PARIS
7, Rue de Conde'
75006 Paris
Aperto dal martedì al sabato ( dalle 10,30 alle 19 )
www.christmas-a-paris.com

24. Mar, 2016

Il lungo week end di Pasqua sta arrivando

È' cominciato il lungo week end di Pasqua e naturalmente Parigi si arricchisce di tante attività.Innanzitutto la famosa caccia alle uova che attira molto i piccoli e che si svolge in tanti quartieri della città, ecco dove per l'esattezza:

Torre Eiffel/ Champs de Mars:
Quando? 27 marzo 2016; 10-17;
Dove? Parc du Champ de Mars – 2 allée Adrienne Lecouvreur 75007 Paris.
Prezzo: 5€ per uovo
Metros: Ecole Militaire (line 8), La Motte Picquet Grenelle (lines 6, 8 and 10)

Jardin D'Acclimatation
Qui si nascondono circa 15,000 uova che aspettano di essere trovate.

Dove? 27 marzo 2016; 10-12:15 e 14-17
Dove? Bois de Boulogne, 75116 Paris.
Prezzo: 3€ per entrare nel parco, animazione gratuita
Metro: Les Sablons (line 1)

Musée de Montmartre

Quando? Workshop di decorazione di uova 26 marzo 2016 10:30-12
Caccia alle uova pasquali : 27 & 28 marzo 2016; 11:30-17
Dove ? Musée de Montmartre, 12 rue Cortot 75018 Paris.
Prezzo del Workshop: 8,50€; Caccia alle uova pasquali : 9,50€/adulto; 5,50€ bimbi, 10 – 12; FREE per bimbi al di sotto di 10 anni.
Metro: Lamarck-Caulaincourt (line 12)

Oltre a tantissime iniziative in città, la caccia alle uova e altro prosegue anche fuori Parigi e allora ci si può anche dedicare a delle escursioni fuori porta, approfittando per esplorare i dintorni di Parigi che sono bellissimi, ecco quali :

Quando ? 26, 27 & 28, marzo 2016; 10:00-17,30
Dove ? Château de Vaux-le-Vicomte, 77950 Maincy, France.
Prezzo : Caccia al tesoro e performance di artisti : 17,50€/adulti; 14,50€ prezzo ridotto ; Solo caccia al tesoro: 10,50€ (biglietto del giardino ); FREE per bimbi sotto i 6 anni
Come si arriva ? In auto o treno ci vuole circa un'ora da Parigi

Oppure

Quando? Caccia al tesoro: 27 & 28, marzo 2016; 10-13, riserva animale aperta 10-17 , castello aperto 11-12:30 e 13,30-18
Dove ? Parc Zoologique et Château de Thoiry, rue Pavillon de Montreuil 78770 Thoiry
Prezzo a persona per tutte le attività :30€ adulti 24€ bimbi dai 3-14;

E per finire una deliziosa fattoria...

Quando? March 27, 2016; 10-17
Dove? Ferme de Saint-Cyr-l’Ecole, Route de Bailly à Saint-Cyr-l’Ecole (CD7) 78210 Saint-Cyr-l’Ecole: Prezzo : 8€/adulto 9€/bimbi
e Ferme de Sartrouville, Rue de Chatou, 78500 Sartrouville; Prezzo : 7€ adulti/ bimbi

Non mi resta che augurare a voi e i vostri piccoli...una Buona Pasqua, buon divertimento..;-) dentro e fuori Parigi...

Un angolo tedesco a Parigi

9. Mar, 2016

WUNDERBAR

Se amate la cucina tedesca e le sue specialità ecco un nuovo Street Food a Parigi, si chiama "Wunderbar" che in tedesco vuole dire Meraviglioso. Non resta che provare si trova a : 16 rue Beaurepaire, 75010 Paris.Aperto dal martedi alla domenica,dalle 12h alle 23h, fino all'1 il fine settimana.I prezzi sono 4,5€ per un wurst, 4,50€ per le insalate di accompagnamento, tra 2 et 4€ per un dessert!

Fonte notizia:

http://www.parisbouge.com/mag/articles/wunderbar-la-street-food-allemande-sinstalle-a-paris-2666?utm_source=ParisBouge+Newsletter&utm_campaign=24ae7787bd-20160309_newsletter&utm_medium=email&utm_term=0_d53005e01d-24ae7787bd-77825221

4. Mar, 2016

Marzo a Parigi

Un interessante elenco di attività da fare a Parigi nel mese di marzo , ecco un link davvero interessante dove trovare tante informazioni:

https://viviparigi.it/eventi/cosa-fare-a-parigi-a-marzo.html

Un appartamento in cima alla Tour Eiffel

" Quando fu inaugurata la Torre Eiffel, in occasione dell’Expo del 1889, il progettista Gustave Eiffel ottenne un riconoscimento di fama enorme per il proprio lavoro. L’ingegnere però non volle rinunciare alla possibilità di costruire uno spazio, al terzo piano della torre di Parigi, che fosse riservato soltanto a se stesso. L’appartamento privato di Eiffel non era grande, ma accogliente ed ambitissimo da parte di tutta l’élite parigina, che sognava di vedere Parigi da oltre 300 metri di altezza all’interno di un vero e proprio rifugio privatissimo.

Particolarmente interessante è la nota dello scrittore Henri Girard che, nel 1890, scrisse in un piccolo volume dedicato alla Tour Eiffel che il suo progettista, Gustave Eiffel, era diventato l’oggetto dell’invidia generale tra gli abitanti di Parigi. L’invidia, secondo Girard, non era legata alla fama che aveva fruttato la torre al suo creatore, o ai guadagni economici ad essa connessi, ma, piuttosto, ad una caratteristica della torre stessa: Eiffel aveva fatto costruire sulla sommità un piccolo appartamento al quale aveva accesso esclusivo.

Situato al terzo piano della torre, l’appartamento privato di Eiffel non era grande, ma assai accogliente. In contrapposizione con le travi d’acciaio del resto della torre, l’appartamento era arredato con uno stile semplice, le pareti ricoperte di carta da parati e i mobili scelti dello stile tradizionale dell’artigianato francese. All’interno era presente anche un pianoforte a coda, che contribuiva a creare un ambiente che, nel suo complesso, era certamente confortevole. Adiacenti al piccolo appartamento si trovavano alcune stanze adibite a laboratorio scientifico.

Una volta che la voce dell’appartamento di Eiffel si sparse, l’élite parigina diventò verde per l’invidia, arrivando ad offrire allo scienziato cifre folli per affittare, anche solo per una notte, il piccolo rifugio. Eiffel rifiutò qualsiasi offerta, utilizzando lo spazio come luogo di riflessione e intrattenendo ospiti del calibro di Thomas Edison, che gli regalò una delle sue macchine fonografe presentate durante la stessa Expo del 1889.

Oggi, dopo essere stato chiuso per decenni, l’appartamento è messo in mostra per i visitatori che raggiungono la vetta della Torre. Gran parte degli arredi sono originali, e all’interno ci sono due manichini con le sembianze di Eiffel ed Edison impegnati in un dibattito scientifico."

Articolo tratto da : 

http://www.vanillamagazine.it/l-appartamento-segreto-di-gustave-eiffel-in-cima-all-omonima-torre/

 

 

8 febbraio 2016 : Capodanno cinese a Parigi

http://www.sortiraparis.com/loisirs/guides/47124-nouvel-an-chinois-a-paris-2016

L'8 febbraio 2016 si festeggia il capodanno cinese, e siccome a Parigi vive una folta comunità cinese, in questa città i festeggiamenti sono davvero tanti a partire dall'8 febbraio fino alla fine di febbraio.Manifestazioni, sfilate, carri, lanterne rosse, il tutto vi avvolgerà in questi giorni che sono molto importanti per la Cina. Quest'anno , secondo il calendario cinese, è l'anno della scimmia e come sapete nel calendario cinese ogni segno zofiacale corrisponde ad un animale porta fortuna.

buon capodanno cinese ! 

Se amate la cucina: Taste of Paris

Se siete degli amanti della cucina e vi trovate a Parigi ecco un evento che fa per voi, una quattro giorni con 17 cuochi e più di 50 piatti da gustare,  inoltre ci saranno anche dei corsi e degli incontri per scoprire non solo la cucina francese ma anche quella internazionale.Recatevi al Grand Palais dall'11 al 14 febbraio.L'evento si chiama Taste of Paris.

4 jours, 17 chefs, et plus de 50 plats à dévorer... Mais pas que ! Du théâtre des chefs au marché gourmand, Taste of Paris met en lumière la cuisine française mais aussi internationale au travers de workshops, masterclass et rencontres avec les artisans. Rendez-vous sous la verrière du Grand Palais du 11 au 14 février.

 

http://www.parisbouge.com/mag/articles/taste-of-paris-le-festival-des-chefs-au-grand-palais-2632?utm_source=ParisBouge+Newsletter&utm_campaign=2e8ccb9ad2-20160129_bettina_rheims&utm_medium=email&utm_term=0_d53005e01d-2e8ccb9ad2-77825221

 

In occasione di S.Valentino, la Torre Eiffel si tinge di rosso, se avete tempo andate ad ammirare lo spettacolo romantico, magari con una buona bottiglia di vino, di spumante o perché no champagne! buon S.Valentino a tutti !

Paris Art in Action

La mostra si trova nel cuore del Marais, e se siete amanti dell'arte in tutte le sue espressioni, in questi giorni di febbraio 2016 e per un bel po' potrete ammirare delle opere artistiche davvero belle, di pittura, scultura, gioielli, fotografia, arte in generale, espressioni di artisti giovani ed internazionali che vengono a Parigi a far conoscere la loro arte, soprattutto ho avuto il piacere di conoscere un'artista Russa di nome Anna Guseva di cui potete ammirare le sue opere nel suo sito qui di seguito, un'artista giovane e che si esprime con quadri davvero belli, colorati ed espressivi,se amate l'astratto soprattutto.

http://www.gusevaart.com/

La Galleria dove poter ammirare questa mostra poliedrica di artisti internazionali e' la Galleria Charlotte Norberg dove in questi giorni e' in corso Paris Art in Action, ecco un link dove ammirare online le foto della presentazione della mostra, non perdetela,https://cloud.mail.ru/public/Egsb/op1CT9Nir

 

Gallerie Charlotte Norberg

Address: 74, rue Charlot
75003 Paris
M° Filles du Calvaire, République
Velib 11038 (Map)
France


Phone: +33 (0)1 43 26 46 70
Mail: galerie.chnorberg@wanadoo.fr
Internet Site: www.galeriecharlottenorberg.com

Street Art

http://www.timeout.fr/paris/le-blog/le-street-art-va-decorer-11-murs-parisiens-021216

date un occhio al link per scoprire gli 11 muri parigini dove la Street Art si esprime in tutta la sua completezza.

 

 

 

Un angolo " medievale " a Parigi

Lo sapevate che esiste una strada a Parigi, non lontano dal Marais, che si chiama Rue Francois Miron, in cui si possono ammirare due case medievali davvero belle? le case si trovano  al numero 11 di questa strada e sembra di tornare indietro nel tempo di qualche secolo, vi consiglio assolutamente una passeggiata, ne vale davvero la pena!

ecco il link di Google per individuare la strada:

 

https://www.google.com/maps/place/11+Rue+Fran%C3%A7ois+Miron,+75004+Paris-4E-Arrondissement,+France/@48.8561595,2.356761,16z/data=!4m2!3m1!1s0x47e671fd5ed8aaef:0x7689e4461ff2d0e7?hl=en

 

buona passeggiata medievale 

L'isola sconosciuta di Parigi : l'Ile St Germain

Se volete fare una passeggiata particolare un po' fuori Parigi vi segnalo questa, l'Ile St Germain 

http://www.pariszigzag.fr/waouh/balade-paris/ile-saint-germain-paris

Buona passeggiata 

 

Joyeuses Pâques : Buona Pasqua

Quest'anno la Pasqua ricorre il 27 marzo quindi un periodo ideale per visitare Parigi.

Quali sono le cose da fare? beh innanzitutto approfittare di una bella passeggiata nei parchi che ci sono in città e rilassarsi, visto che l'inverno parigino è molto lungo e freddo e soprattutto fare una bella crociera sulla Senna, ce ne sono di tantissime!anche quelle dove potrete mangiare a bordo ( pranzo o cena) e godervi Parigi con gli occhi della Senna, ma anche approfittare per visitare uno dei tantissimi musei che ci sono in città oppure concedersi una gita fuori Parigi, tipo Versailles oppure i mille paesini che circondano la città.

Ovviamente a Parigi non potete mancare di concedervi delle ottime uova di cioccolata che le tante, tantissime pasticcerie e cioccolaterie di Parigi, preparano, come La Durée, Fauchon, La Maison du Chocolat...e tantissime altre, anche recarvi nelle tante Boutiques di cioccolata che esistono a Parigi.Io ve ne segnalo alcune dove i vostri occhi e il vostro palato possono rifarsi tranquillamente:

1. Jean Paul HEVINrue Saint Honoré 231 – rue Vavin 3 – avenue de la Motte/Piquet 23bis – Lafayette Gourmet.

2. Pierre HERME’Rue de Vaugirard 185, Rue Bonaparte 72, rue Cambon 4, avenue Paul Doumer 58, avenue de l’Opéra 39, publicisdrugstore, Galeries Lafayette.

3. Sadaharu AOKIRue de Vaugirard 35,  Boulevard de Port-Royal 56, Rue Pérignon 25, Lafayette Gourmet.

 

4. Patrick ROGERBoulevard Saint-Germain 108, Avenue Victor Hugo 45, Rue de Rennes 91, rue de Fauburg st. Honore 199, cite Berryer 12.

5. Michel CLUIZELRue Saint-Honoré 201.

 

Una caratteristica di questo periodo pasquale è la caccia alle uova di cioccolata per i piccoli, organizzate dal Comune di Parigi è un modo divertente per i bimbi di trovare le uova nascoste. Ma cosa si nasconde dietro queste origini della famosa caccia alle Uova?  in effetti si tratta di una leggenda in cui le Chiese di Parigi interrompono il suono delle campane a partire dal Giovedi Santo. I bambini sanno che le campane in quei giorni vengono portate a Roma in attesa che Gesu' risorga e tornando fanno cadere conigli e uova di cioccolato lungo le strade.A questo punto non mancate la visita del Castello di Thoiry perchè qui la caccia alle Uova è molto bella. Ma ovviamente in città non perdetevi gli eventi vicino alla Tour Eiffel, Champs de Mars.

Io amo molto assistere alle celebrazioni religiose che si tengono a Parigi,proprio quando ricorre la Pasqua, nelle bellissime chiese o cattedrali,come quella di Notre Dame, la piu' conosciuta, anche se io amo molto la chiesa di Saint Louis en l'Ile, forse perchè l'Ile St Louis è la mia " isola" preferita.

Cosa fare invece per il pranzo di Pasqua? beh tantissimi i ristoranti aperti a Pasqua soprattutto quelli sulla Torre Eiffel.

Insomma Pasqua è un'ottima idea per approfittare della bellezza della città. 

 

"Ride in Peace"

Si chiama " Ride in Peace"  ( conduci la tua bici in pace) ed è una sorta di filosofia di vita qui a Parigi visto che il vélo ( la bici ) è' uno dei mezzi di trasporto più diffuso, lo usano in tanti e non importa l'età.

Un po' in tutta Parigi sono sparse queste biciclette " murate", " appese" , nei posti più insoliti, anche solo una parte di esse che sporge dai muri, davvero particolare.Si tratta di un'altra forma di Street Art in alternativa ai murales di cui ce ne sono tantissimi qui a Parigi.Ma chi si diverte a fare tutto ciò ? Si tratta di una persona, la cui identità vuole restare sconosciuta, che ha recuperato circa 30 vecchie biciclette nella sua cantina e le ha riutilizzate, in modo artistico.
Dalla sua prima installazione nel 2013 in una stradina di nome Rue de la Verrerie ( 1 arr) questa persona non ha più smesso e circa  60 biciclette o meglio metà , visto che si tratta sempre o della parte davanti o della parte di dietro , si trovano sparse in tutta Parigi!divertitevi a cercarle ce ne sono diverse!!
Io vi regalo questa immagine che si trova di fronte al Louvre.

Vivere in una péniche

Si chiamano péniches e sono delle imbarcazioni (chiatte) adibite  e trasformate in case bellissime ( a volte anche alberghi) e si trovano galleggianti sulla Senna,attraccate.Vivere in una péniche è una scelta di vita non sempre economica ma sicuramente molto affascinante e un po' bohémien,una scelta di vita che molti parigini e stranieri fanno nel momento in cui vogliono un alloggio particolare e diverso dal solito.Una mia cara amica olandese vi abita con due figli e un cane,la sua péniche si chiama Jean Bart ed è un luogo delizioso dove spesso Lydia riunisce noi amici soprattutto in primavera ed estate approfittando delle splendide giornate di sole,la sua terrazza tocca la Senna ed é teatro di meravigliose serate,grigliate,caffè e brunch domenicali.La sua péniche è' attraccata difronte il musée d'Orsay con una vista di Parigi a 360 gradi,parte a sinistra con Notre Dame e termina a destra con Tour Eiffel,una volta usciti dalla péniche si lascia la calma e la quiete del dolce ondeggiare della Senna e si è catapultati nella centralissima e trafficata Plaçe de la Concorde.Se vi trovate a passeggiare lungo la Senna gettate l'occhio sulle innumerevoli péniches,ce ne sono tantissime e immaginate una vita all'interno di esse,io lo faccio sempre.#penicheaparis

19. Mar, 2016

Dove trovare la più buona baguette di Parigi

Paris' Top Baguettes for 2016

1) Mickaël Reydellet and Florian Charles of Boulangerie La Parisienne, 48 rue Madame, 75006

2) Alexandre Fraysse of Fournil de Lourmel, 121 Avenue Felix Faure, 75015

3) Franck Kouroughli of Le Grenier à Pain Saint-Amand, 33 bis Rue Saint-Amand, 75015

4) Alexandre Planchais of Boulangerie Alexine, 40 rue Lepic 75018

5) Anthony Bosson of Boulangerie l'Essentiel Blanqui, 73 boulevard Auguste Blanqui 75013

6) Nelly Julien of Doucers et Traditions, 85 Rue Saint-Dominique, 75007

7) M. Hamada of La Flûte Enchantée, 104 rue du Faubourg St-Antoine, 75012

8) Sami Bouattour, 193 rue de Tolbiac 75013

9) Vincent Joly at Le Grenier à Pain Italie, 52 avenue d’Italie, 75013

10) Christian Vabret and Philippe Simoes at l'Académie du Pain, 30 Rue d'Alésia, 75014

Ogni anno viene eletta la migliore baguette di Parigi per quest'anno 2016 è stata eletta come più buona baguette dell'anno la baguette della pasticceria / boulangerie La Parisienne che si trova a Rue Madame 48 ( 6 arr ) non vi resta che recarvi lì e assaggiarla.